sogno europeo

L’inganno del sogno europeo

By Alessandro Panaroni | Sport

L’Europa non è solo un continente, se lo poniamo dal punto di vista calcistico, può essere l’emblema di un sogno. Entrare nell’Europa che conta e avere l’onore di sedere nel tavolo dei grandi club è la massima aspirazione di ogni società di calcio.
E poi quando senti quella musichetta, la sigla della Champions League, ti pervade un brivido, quasi una vertigine. Sì è proprio una vertigine, perchè in quel momento sei sul tetto del calcio mondiale dove hai l’occasione di guardare il mondo dall’alto verso il basso. Alla vigilia del match di Champions Milan-Atletico Madrid, Clarence Seedorf si è soffermato proprio sulla famosa sigla del torneo europeo: “Quella musica dà una carica speciale.

L’Europa è anche il sogno di migliaia di famiglie africane che sacrificano i loro pochi risparmi per pagare le spese di viaggio di solo andata ai propri figli, nella speranza che vengano “arruolati” presso importanti club europei o rinomate accademie calcistiche. Purtroppo, a causa di procuratori truffaldini e manager fasulli, per molti giovanissimi aspiranti calciatori il destino sarà crudele: un sogno infranto e l’inizio di una vita in strada o come manodopera sottopagata. Infatti solo il 10% di loro viene reclutato in una società professionista e avviato verso un futuro da calciatore, sicuramente più roseo.
Potrei raccontarvi migliaia di storie fatte di ingiustizie che sfruttano il calcio come speranza di una vita migliore, dove tantissime persone che provengono da realtà disagiate vengono ingannate quotidianamente da impostori di professione. Per me, che amo il calcio, è un vero colpo al cuore.

Pertanto segnalo due associazioni nate per frenare questo capitolo oscuro del calcio e salvare giovani calciatori dal rischio dell’abbandono e della schiavitù: Foot Solidaire e Stop The Traffik .

La compravendita dei calciatori minorenni è vietata dall’articolo 19 del Regolamento Fifa: “I trasferimenti internazionali dei calciatori sono consentiti solo se il calciatore ha superato il 18° anno di età

Like this Article? Share it!

About The Author

Vive e lavora a Pesaro. Quotidianamente assume la sua dose di calcio sotto forma di pagine di Gazzetta, partite di calcetto infrasettimanali e accese discussioni sul modulo di gioco. Odia la tifoseria politica e la politica da tifoseria. Sostiene la candidatura di Paolo Sollier a Presidente del Consiglio. alessandro.panaroni@gmail.com twitter: @AlePanaroni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *