Il Pd salva Alfano sul caso Shalabayeva? Ahi ahi ahi

By Pereira | News, Politica

Ennesimo autogol di quel che resta del Pd aggrappato a Berlusconi.
Ieri infatti i senatori Pd hanno votato per salvare Alfano. Fra gli astenuti Casson e Puppato.

Con questa mossa elettoralmente devastante per il Pd Renzi piazza l’allenatore forse decisivo. Non esiste nessuno al momento in grado di contrastare la vittoria alle future primarie. L’incapacità di far fronte al l’arroganza e al l’ignoranza istituzionale berusconista condita di assenza di senso civico si trasforma in ogni occasione delicata in una imboscata per un Pd senza guida e senza schiena dritta.

Chissà se Grillo come già accaduto in passato si avvantaggerà della situazione. Mi sembra che il suo rinchiudere il movimento in un’isolazionismo masturbatorio non gli farà fare passi avanti ma molti elettori preferiranno, come detto, puntare su Renzi.
Tranquilli, pochi mesi e sapremo. Sperando che per quel tempo l’Italia sia ancora in piedi.

Pereira

Like this Article? Share it!

About The Author

Pereira
Della prima parte della mia vita, molti di voi già sapranno grazie ad Antonio Tabucchi, della seconda invece pochi sanno. Per carità, non che ci sia molto da dire ma visto che i ragazzi della redazione insistono... Venni qui dopo un lungo peregrinare da un paese all’altro, fuggendo da quel paese senza libertà che era diventato il mio paese, il Portogallo, negli anni ‘30. Arrivai subito dopo la guerra e mi trovai così bene da decidere di rimanere. La gente allora era accogliente, nel paese si respirava – grazie al clima di dopoguerra – una voglia straordinaria di fare, di ricostruire e anche io diedi il contributo. Oggi si direbbe che lo diedi da “straniero”, da “migrante”. Ma ero poi così straniero, cioè “estraneo” a questo paese? forse no, visto che sono ancora qui e considero questo paese come l’altra mia patria. Vedi anche questo post

One Response to Il Pd salva Alfano sul caso Shalabayeva? Ahi ahi ahi

  1. Gaioing says:

    @Pereira
    C’è una regia palese (Napolitano) di voler salvare a tutti i costi il governo in carica.
    A questo punto il prossimo ostacolo è il 30 luglio, ma sembra che gli avvocati di B. rinuncino alla prescrizione ed ottengano così un anno di rinvio dell’udienza.
    Insomma si punta al semestre di presidenza UE per l’Italia dopo le elezioni tedesche.
    La mia previsione, sempre valida è che B., condannato, si rifugi da Putin.
    Quanto a Renzi vive di un effetto mediatico comunicativo, ma mi sembra veramente leggerino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *