Smottamenti elettorali nel centrodestra

By Pereira | Coscienza civile, News

Qualcosa si muove anche fra i cattolici.
“Anche noi abbiamo un sogno”

Antonianum, centro ignaziano di PadovaSono rimasto molto colpito in questi giorni da diverse voci, isolate ma numerose, di cattolici che cominciano a vergognarsi, a nutrire il sincero bisogno di smarcarsi dal corpus fascio-ciellino che costituisce al momento un robustissimo bacino elettorale. Robusto in termini di numeri ma sempre più friabile in molti elettori-fedeli del centro-destra per via dell’affare Ruby inteso come goccia che fa traboccare il vaso.
Teoricamente non ci dovrebbe essere nulla di cui stupirsi visto che proprio loro, i cattolici, sono quelli che hanno la pretesa di ingiungere agli altri come ci si deve, dovrebbe, comportare.

Purtroppo nei cattolici vige un fortissimo spirito di corpo; insomma, si ubbidisce al capo più volentieri che pensare con la propria testa. Non sempre naturalmente. Questa inclinazione ad ubbidire alle gerarchie ha determinato negli ultimi vent’anni un patto affaristico di ferro fra B. e CL, leggi Compagnia delle Opere, leggi Formigoni, patto che ha come teatro non solo la Lombardia ma l’Italia intera. Se a questo blocco elettorale granitico si aggiunge l’enorme quantità di denaro pubblico regalato alla Chiesa con trucchetti vari (ICI, scuole private, ecc) e l’altro blocco cattolico, quello ultraconservatore… ecco fatto un premier.
Certo, se una percentuale anche piccola di questi cattolici dovesse avere un sussulto morale, il discorso si farebbe diverso, in eventuali elezioni.
Molto diverso.

Vi segnalo una delle tante voci dissonanti nel coro cattolico-berlusconiano, questi coraggiosi eretici hanno tutto il mio appoggio, oserei dire affetto.

Rubygate, il disagio nella Chiesa parte da Padova: già mille firme

Pereira

Questo l’appello “Anche noi abbiamo un sogno” rivolto ai cattolici dai ragazzi del Centro Giovanile Antonianum di Padova, per sottoscrivere firma qui:

Sottoscrivi

Un giorno chi guida la Chiesa in Italia riuscirà a denunciare i comportamenti inaccettabili con chiarezza e determinazione, perché avrà come unico interesse l’annuncio della Buona Notizia.
In situazioni come quelle odierne, dirà che chi offende ed umilia le donne in modo così oltraggioso non può governare un paese.
Dirà che coinvolgere minorenni in questo mercato sessuale è, se possibile, ancora più sconcertante.
Dirà che chi col denaro vuol comprare tutto, col potere vuol essere al di sopra delle leggi, con i sotterfugi evita continuamente di rendere conto dei propri comportamenti, costui propone e vive una vita che è all’opposto di quanto insegna il nostro maestro Gesù.
Per evitare ambiguità dirà chiaramente che questa persona è il nostro Primo Ministro.
Da quel giorno, ogni giorno, chi guida la Chiesa ci esorterà all’onestà, alle scelte etiche, alla coerenza, dimostrando anche con l’esempio che davvero ciò che più conta sono i valori evangelici.
Allora noi smetteremo di pensare che siano gli interessi economici o di potere a giustificare il sostegno a chi si comporta in modo così scandaloso.

Un giorno anche il silenzio di noi laici, la nostra rassegnazione, la nostra mancanza di iniziativa e passione finiranno: troveremo il modo di partecipare alle decisioni ed alle prese di posizione della Chiesa. I nostri Pastori gradiranno e sosterranno il nostro cammino di crescita nella responsabilità.

Quando la Chiesa italiana sarà chiamata ad una verifica di cosa ha detto e fatto in questi momenti tragici della vita politica italiana non saremo dunque costretti a riconoscere che le nostre lampade erano spente e nascoste sotto il moggio.

Sogniamo che questo giorno sia oggi: non possiamo più tacere

Like this Article? Share it!

About The Author

Pereira
Della prima parte della mia vita, molti di voi già sapranno grazie ad Antonio Tabucchi, della seconda invece pochi sanno. Per carità, non che ci sia molto da dire ma visto che i ragazzi della redazione insistono... Venni qui dopo un lungo peregrinare da un paese all’altro, fuggendo da quel paese senza libertà che era diventato il mio paese, il Portogallo, negli anni ‘30. Arrivai subito dopo la guerra e mi trovai così bene da decidere di rimanere. La gente allora era accogliente, nel paese si respirava – grazie al clima di dopoguerra – una voglia straordinaria di fare, di ricostruire e anche io diedi il contributo. Oggi si direbbe che lo diedi da “straniero”, da “migrante”. Ma ero poi così straniero, cioè “estraneo” a questo paese? forse no, visto che sono ancora qui e considero questo paese come l’altra mia patria. Vedi anche questo post

22 Responses to Smottamenti elettorali nel centrodestra

  1. ZOT says:

    Galileo,deportazione ebrei…..e tante altre cosucce che la chiesa ha infine QUASI riconosciuto.Aspettate ,forse i nostri pronipoti sapranno cosa la chiesa Quasi riconoscerà del patto scellerato coll’attuale governo. Auguri per una fede libera, onesta e veramente ecumenica.

  2. rorodo says:

    Ma questo sussulto morale è davero avvertito o è solo una ´strumentalizzazione da Famiglia Cristiana` per avversare – solo “per partito preso”, un`espressione quest`ultima che non è solo idiomatica ma per l`appunto … letterale, nel senso di un partito schierato a sinistra – politicamente Berlusconi? Me lo chiedo davvero, perché raramente ho visto tanto zelo e … sussulto morale per casi davvero tristi – pedofilia, matrimonio per i sacerdoti, ecc. – riguardanti la Chiesa cattolica, per i quali pure anche l`elettorato laico conservatore resta non di rado sbigottito. Mi chiedo inoltre: una tale ´avvertita` valutazione morale verso chi ´guida la Nazione` tiene poi conta del Programma d´insieme del Governo, che (com´è noto) ha chiare e nette posizioni per quanto riguarda il valore della vita, le unioni/coppie delle famiglie, e simili importantissimi valori (questi sì!) morali? E questi valori non sono certo appannaggio della Sinistra e dello stesso Terzo polo nel suo intero, se si esclude Casini!

  3. brummel says:

    La chiesa ha sempre cercato di coprire i preti pedofili, di insabbiare gli scandali che la riguardavano direttamente, nella sua lunga (troppo lunga) storia di nefandezze e schifezze. Tutti a questo mondo pecchiamo, chi più chi meno.
    Dovessi giudicare una persona che in privato và a donne ed un sacerdote o laico che nell’esercizio delle sue funzioni insidia dei bimbi/e minorenni, non esiterei minimamente.

  4. giovanni says:

    sono cattolico e basta quindi non occorre il consiglio di nessuno per capire chi e’ il nanomafio , ho firmato volentieri con i ragazzi di padova e le firme sono oltre tremila, spero si svegli anche la parte alta della chiesa , non si puo’ sedersi sulla limousine di alcapone per annunciare i principi basilari dell’essere cattolico , principi che sono patrimonio di tutti anche di chi li rinnega

  5. Livio Sismondini says:

    I cattolici veri non possono acettare gli abortisti o i criminali che staccano la spina o chi esalta l’omosessualità come “normale”. Purtroppo molto meglio chi lo fa secondo natura. Purtroppo a Belusconi non c’è alternativa Questa è la vera tragedia. I cattoliciu s ene faccianoi una ragioen e preghino che venga una novella Giovanna d’Arco. Se il sogno è la sinistra rischia di diventare un incubo.

  6. martello carlo says:

    Fin da piccolo sono stato ossessionato da preti che in confessionale pensavano e volevano sapere tutto e solo dagli “atti impuri”. L’ossessione mi è passata, ma voi ne siete ancora malati. Pensate piuttosto agli embrioni in provetta, ai preti pedofili, alle mafie, comprese quelle giudiziare, alla giustizia giusta invece di correre dietro alle solite put…. te, e sopratutto pensate a come risolvere il problema della sovrapopolazione figlia di una sconsiderata prolificità che rischia di distruggere il mondo e portarci verso la terza e forse ultima guerra mondiale. Ah, già, ma voi masochisti cattolici non vedete l’ora che arrivi il giudizio universale….. ALTRO CHE SMOTTAMENTI;SE VI SARANNO SEPPELLIRANNO SOPRATTUTTO I BACCHETTON CIECHI COME VOI

  7. francesco says:

    vorrei partecipare al vostro sogno…. Lo trovo bello. Ma molti cattolici guardano dall’altra parte. CL e le gerarchie ecclesiastiche hanno evangelizzato puttane e puttanieri. Molti auguri

  8. Giovanni says:

    Carissimi,
    oltre le parole i fatti: create una lista civica e candidatevi. Misuratevi con il sociale, non fate solo doverose ma non sufficienti denunce.
    Sappiate dare e dire nomi e cognomi di persone degne (ce ne sono): il problema è che una persona, se degna, è anche umile e non può autocandidarsi; ha bisogno che qualcuno la presenti.
    AMDG
    Giovanni

  9. Ezio Romano says:

    Queste cosze le vado dicendo nel mio piccolo da molto tempo ( dal 1994) : c’è bisogno della reazione dei cattolici e della loro unità in un soggetto politico nuovo o all’interno di uno esistente per determinarne le azioni. La situazione che l’appello lamenta è stata creata dalla condiscendenza delel gerarchie cattoliche nel 1994 verso mister B ( ma il suo mondo e la sua storia non potevano che portare all’Italia com’è oggi ) ed anche della stampa ( Famiglia Cristiana si è già ravveduta da un po’ , Avvenire cincischiava e dopo ,il caso Boffo osa qualcosa di più ). E’ ora di svegliarsi : richiamarci ai nostri valori non vuol dire essere bigotti o bacchettoni o integralisti , vuol dire seguire una traccia indicata 2000 anni fa ed ancora valida purchè noi siamo sempre coerenti con quello che crediamo i diciamo di credere e purchè ci dimostriamo uniti. Mister B ed i suoi “dipendenti” stanno fcando terra bruciata . dicono di difnedere i valori cattolici e la famiglia ed agiscono al contrario

  10. marforio says:

    @ livio sismondini

    dice che non c’è alternativa al berlusconi.
    non pensa di avere con tale affermazione bestemmiato contro la Provvidenza che tutto ha previsto?

    il suo è solo un atteggiamento da quaquaraquà (cit. Sciascia)

    marforio

  11. giorgio says:

    ho paura che la chiesa pensi più ai soldi per scuola e sanità privata che ai valori dei quali noi tutti dovremmo essere di esempio,più di tutti quelli che ci governano col nostro consenso.fino a quando noi cattolici appoggeremo queste corruttele e questo putt……aio?

  12. paolo says:

    la lettura sulla posizione dei cattolici è molto arretrata, nin riesce ad andare oltre alle solite cose sbagliate ed infondate su cl!! da anni gli ex dc, i popolari sono confluiti e militano nel centro sinistra, vivendo l’ipocrisia di fondo che i cattolici servono solo per battere berlusconi, altre volte sui temi della vita, dell’educazione, della libertà di iniziativa devono starsene zitti!!! su tutto è infatti l’atteggiamento ambiguo della sinistra che su papa e chiesa, li considera solo se utili, se scomodi sono chiaramente fuori dai tempi!!! i cattocomunisti esistono da anni, sono una realtà e sono i primi ad avere l’arroganza di rappresentare come unici la realtà cattolica……….. buona fortuna ai mille di padova e quelli che mandano sui palchi i minorenni
    paolo

  13. paolo says:

    un paio di minuti fa ho pubblicato un commento. perchè non lo vedo pubblicato????..perchè non allineato ???

    Redazione: Sicuramente no, è pubblicato, solo il tempo di approvarlo, mai censurato niente, noi.

  14. Pier Angelo soorbole says:

    Come in tutte le cose che hanno successo, quando la coerenza scende in campo e conferma il pensiero dell’ideologia nei fatti, diventa una verità inamovibile, è come costruire una casa su una roccia.
    Al contrario e cioè essere cattolico e appoggiare Berlusconi è il massimo dell’incoerenza, perchè credere in Dio richiede conformita alle sue leggi.

  15. martello carlo says:

    @pierangelo soorbole: se, come auspichi, dovessero votare solo quelli coerenti con i comandamenti, l’assenteisno ai seggi elettorali sarebbe al 110%. SVEGLIATI altrimenti dovremmo votare solo in PARADISO…o all’INFERNO. Tu che sei così pio,dove andrai a finire?

  16. plaxon says:

    fino a ke la kiesa adorera’ il dio quattrino non uno, ma mille berlusconi avranno la benedizione del Papa, dei cardinali, dei vescovi e dei preti !!!

  17. Pier Angelo soorbole says:

    X Martello Carlo, uno che crede in Dio ed è cattolico avrebbe senso che votasse chi rappresenta di più il suo credo non quello che dicono i preti. Se il clero è sempre tendenzioso al portafoglio e non gli frega nulla delle porcate del premier, è chiaro che non è credibile. Quindi nell’essere cattolico o si fà come i preti e lo si vota o si ragiona in coerrenza e si vota altro. Io sono cristiano ma non più cattolico da parecchio, proprio per l’ipocrisia e l’incoerenza in tantissimi fatti della Chiesa Cattolica di Roma. Le idee le ho molto chiare politicamente, ma non sicuramente per Berlusconi.

  18. martello carlo says:

    #SCORBOLE: chi è il tuo “eletto”; Casini forse? Guarda che è convivente con la figlia di CALTAGIRON DE’CALTAGIRONI (costruttori di mezza Roma di origine siciliana), oppure per la ROSY che convive (politicamente) con (ex) comunisti atei che sono per i figli in provetta, per le unioni gay e amenità del genere, oppure hai nostalgia della SANTA INQUISIZIONE e voteresti DI PIETRO? Le tue idee, dici, sono chiarissime, ma non ti esponi perché hai paura di farlo.QUESTA E’ LATUA UTOPICA REALTA’. IO UN PREMIER PERFETTO NON LO VOTEREI MAIE POI MAI.

  19. GIUSEPPE says:

    non e che sherzando scherzando sta nascendo un nuovo protestantesimo sile martin lutero.

  20. Pier Angelo soorbole says:

    X Martello Carlo soorbole non scorbole, sono per il Movimento 5 stelle di Grillo credo nella politica onesta dove tutti gli attuali privilegi verrebbero spazzati via, dove non si fà carriera politica al massimo 10 anni, nessuna pensione d’oro, nessuno stipendio d’oro, dove viene premiata il merito e niente altro.

  21. giuseppe corraducci says:

    Nonostante tutta la campagna di fango nei suoi confronti, una persecuzione giudiziaria ke nn si è mai vista al mondo, insieme a qke errore e contaddizione ke ha commesso (quest’ultimi sempre esistiti in politica),sono di quelli ke pensa ke Berlusconi sia ancora l’unico vero leader di questo paese. Infatti tutti i sondaggi, la danno ancora una volta favorito. Anke perkè i suoi governi nonostante tutto, sono gli unici nella storia della Repubblica ke finiscono la legislatura. E questo per le riforme di un paese e per una stabilita’ internazionale, è vitale. Inoltre per noi di destra rimane cmq il punto di riferimento principale, dopo il tradimento suicida di Fini. La Chiesa in tutto cio’? Ha rapporti sia con destra e sinistra, in egual misura, anke perkè i cattolici sono ormai sparsi in ogni partito.

  22. Gaioing says:

    @Giuseppe Corraducci

    Anche io penso che la Chiesa abbandonerà B. solo marginalmente.
    La Chiesa è potere e i poteri forti si incontrano sempre, in genere.
    La forza di B. è l’alleanza con la Lega, la legge elettorale che assegna la maggioranza assoluta di seggi alla coalizione che raggiunge il misero 32%, infine la pochezza dei suoi avversari.
    Ieri ho sentito Bersani ad Anno Zero.
    Un disastro!
    Conosce 4 cose di economia e le espone pure male.
    Comunque, come tutti sanno in questo sito, credo che B. sia un pessimo leader.
    Anzi lo reputo pure particolarmente dotato in termini di “attrattori negativi”.
    Con lui al potere ci sono capitati:
    -crisi mondiale secolare dell’economia
    -crisi del Nord Africa e conseguente esplosione dei flussi migratori
    -terremoto dell’Aquila
    -crisi di immagine dell’Italia all’estero, ovvero tutti ridono di noi
    -esplosione del trend delle materie prime con conseguenze devastanti per la ns economia fragilissima
    -disoccupazione generalizzata in tutta Europa soprattutto per il settore giovanile
    -fattori climatici molto volatili con tempeste ovunque e sfascio crescente del territorio
    -cittadinanza, in generale, in piena crisi nei valori civici, cioè maggioranza critica crescente di cittadini che pensano a campare e basta.
    Insomma mi piacerebbe avere un leader un pò più “protetto dal cielo” !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *